lunedì 13 novembre 2017

Tsokolate - Cioccolata in Tazza delle Filippine per il Calendario del Cibo Italiano




Oggi è la Giornata Nazionale della Cioccolata in Tazza nel nostro Calendario del Cibo Italiano e nel nostro giro del mondo mi è stato affidato il compito di preparare il Cioccolato in tazza delle Filippine  chiamato TSOKOLATE o FILIPINO HOT CHOCOLATE.

Nelle Filippine la tradizionale bevanda al cioccolato caldo - Tsokolate è una preparazione dal gusto pieno e cremoso, spessa e schiumosa, con il sapore agrodolce di cioccolato fondente e una leggera granulosità che la contraddistingue da altre versioni. E’ realizzata con una tavoletta di cioccolato (tablea) e sbattuto manualmente con un batidor (o molinillo, un agitatore di cioccolato caldo in legno) e viene servita insieme a dolci come bibinka, suman, ensaymada, o a pandesal e quasi ogni pane durante Simbang Gabi, la vigilia di Natale e la vigilia di Capodanno. E nella preparazione è importante il lavoro di mescolamento che viene fatto e che garantisce il particolare risultato. 

     

Sebbene la maggior parte degli chef e dei ristoranti in quei  giorni di festa preferisca utilizzare cacao in polvere quando preparano le loro bevande al cioccolato caldo, non è sorprendente che i più legati alla tradizione servire la cioccolata calda preparandola in maniera tradizionale. E’ però necessario trovare e acquistare "tablea" sul mercato


E QUI VIENE IL DIFFICILE PER NOI. Tablea è una parola spagnola (la dominazione spagnola durò almeno tre secoli) che significa "tavoletta" e indica le pastiglie di cacao con cui viene realizzata la Tsokolate. I produttori di cacao le vendono abitualmente, ma è anche possibile farle a casa sebbene sia un processo un poco lungo, soprattutto dovendo lavorare le fave di cacao tostandole, pelandole e liberando il loro contenuto da utlilizzare per produrre le tablea.
Sarebbe stato bello trovare un negozio di prodotti etnici che vendesse Tablea già pronte, ma dopo aver acquistato veramente di tutto meno quello che serviva (quando entro in un negozio di alimentari etnico non capisco più nulla …) ho deciso di provare a farle in casa seguendo le istruzioni che ho trovato sul web QUI. Fortunatamente sono un po' fissata e tendo a riempirmi la casa di “ingredienti strani” come qualcuno li definisce, ma alla fine tornano utili. Quindi armata di fave di cacao e cocoa nibs mi sono cimentata nella preparazione delle mie tablea home made.

  

INGREDIENTI PER LE TABLEA (espressi in cups):
1 cup di cocoa nibs
6 cucchiai di zucchero mascobado
60 grammi di cioccolato fondente al 50%

 

Il procedimento è piuttosto semplice. Nel frullatore frullare, frullare, frullare fino a che non si viene a creare una pasta morbida da sagomare nelle pastiglie tablea. La ricetta che ho trovato non prevede l’uso del cioccolato, ma non volendo fondere il frullatore ho deciso di utilizzarne un po' per dare una spinta al processo. Ho poi riempito gli stampi e ho fatto raffreddare e poi seccare.


IL MOLINILLO O BATIDOR!!

Introvabile, apparentemente, il batidor è il segreto della Tsokolate. Si usa per “frullare” la cioccolata fino a che non raggiunge la consistenza desiderata, è un lavoraccio ma la tradizione vuole così. Ovviamente non si è trovato, per cui dato che viene concessa licenza
 di utilizzare altro ho rispolverato il vecchio frullino a mano.  Il lavoro manuale si fa lo stesso quindi sono riuscita ad ottenere una versione casalinga della Tsokolate. Ho seguito le indicazioni fornitemi e che potete trovare QUI per la preparazione originale e ho utilizzato la cup come unità di misura per attenermi alla ricetta.


TSOKOLATE INGREDIENTI:
4 dischi di tablea
1 cup di acqua
¼ di cup di latte
1 cucchiaio abbondante di zucchero muscovado
A piacere: zucchero a velo
A piacere: tutto quello che può aromatizzare una cioccolata calda, sbizzarritevi pure.
Sciogliere i dischi nell’acqua calda e far sobbollire per circa cinque minuti, mescolando costantemente, finché la miscela non si addensa alla consistenza desiderata. Aggiungere il latte e lo zucchero. Mescolare vigorosamente con il batidor o con la frusta 

 in un recipiente alto se possibile fino a che il cioccolato non diventa schiumoso. Potete anche aggiungere altri aromi come il cioccolato al latte grattugiato (per aggiungere dolcezza e morbidezza), la polvere di cacao, il burro di arachidi (qualche tavola è aromatizzata con arachidi e questo aggiunge un gusto e una texture nutritivi), estratto di vaniglia o addirittura rum o tequila (magari non per colazione…). Mescolare bene e un buon cioccolato di qualità sono il segreto per questo particolare modo di preparare la cioccolata in tazza. Masiyahan kayo sa inyong pagkain!!





Fonti dal web: 



2 commenti:

  1. ma che bella ricerca hai effettuato, molto interessante ed anche la ciocccolata con quella leggera schiumetta deve essere deliziosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire Elena che il sapore di cacao, abbastanza marcato, che esce un poco da quello "di cioccolato" cui siamo abituati con la cioccolata calda qui da noi la rende molto gradevole e meno "stucchevole". Grazie per essere passata da me :-)

      Elimina