Pagine

giovedì 17 agosto 2017

Dolci del Convento per il Calendario del Cibo Italiano





Oggi Dolci del Convento per il Calendario del Cibo Italiano. 
La Val Serena ospita il Monastero Trappista fondato nel 1968 secondo la tradizione monastica benedettina-cistercense, che affonda le radici nella Francia del XVII secolo. La prima Trappa femminile nasce vicino Torino nel 1875 e si trasferirà poi a Grottaferrata e in seguito a Vitorchiano. Seguirà la fondazione del Monastero di Valserena, una casa aperta a chi vuol condividere la preghiera seguendo la regola di San Benedetto. E dai prodotti di questo Monastero
che traggo la Torta di pane vecchio, “una torta svelta da fare, semplice e povera” in cui uva passa e frutta secca fanno ricordare dolci della tradizione ben più ricchi. “Aggiungere, se c'è, l'uvetta” sono parole della Suora che confermano l'importanza e il piacere di usare ciò di cui disponiamo – M.M.Alicante “Il Cucchiaio dell'Abate”. 
Ho cercato di restare fedele alla ricetta di base ma piccole variazioni credo si possano concedere nella forma e decorazione senza stravolgere del tutto il senso del dolce. 

TORTINE DI PANE VECCHIO – INGREDIENTI della ricetta originale e le mie modifiche (io ho preparato  mezza dose):
300 gr di pane 
2 dl circa di latte
2 o 3 cucchiai di burro (io 50 gr )
4 cucchiai di zucchero semolato (io 3) 
1 o 2 uova (io 1 uovo e un albume)
pane grattugiato (quanto basta) 
4 o 5 cucchiai di pinoli (io 2 cucchiai di mandorle a filetti)
una manciata di uva passa
zucchero a velo (quanto basta)


Per guarnire:
ciliegie candite 
mele spadellate e leggermente caramellate
mandorle a filetti

Intingere il pane nel latte caldo, aggiungere il burro ammorbidito o liquefatto, lo zucchero semolato e le uova. Passare tutto al frullatore.   Allentare leggermente il composto se necessario con un poco di latte. (Io ho in parte invertito il procedimento: ho prima frullato il pane in briciolotte e poi ho proseguito con la preparazione e ho nuovamente mixato quando la ricetta lo richiede). Aggiungete, se c'è, l'uvetta (io ho aggiunto nell'impasto anche le mandorle a filetti per dare un poco di croccantino). Imburrare uno stampo e cospargerlo di pane grattugiato, versarvi l'impasto, infornare a 150°C e lasciar cuocere per un'ora. Lasciare raffreddare e spargere sulla superficie i pinoli (o le mandorle a filetti) e lo zucchero a velo. Io ho utilizzato uno stampo multiplo per ottenere dei bocconcini e poter cuocere ancora più velocemente questa svelta ricetta e trovo che proporla anche ai bambini per la merenda possa essere un modo per fare loro scoprire sapori semplici e salutari. 



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie di cuore per il tempo che avete dedicato al mio blog.