LC Afternoon Tea for Two per MTChallenge n. 71



Chissà perché il pensiero di una vita tranquilla evoca la campagna inglese. Il cottage, il giardino fiorito, la bow window e i cuscini cui appoggiarsi mentre si guarda fuori …. 

La Toscana in cui vivo è ricca di verde, di colline, di paesaggi assolutamente meravigliosi che niente hanno da invidiare ad altre regioni del mondo ma l’Inghilterra, non so perché, evoca il tempo passato. L’ultima volta è stata la parte sud del paese, la Cornovaglia con il suo essere leggermente indietro nel tempo, i suoi castelli da leggenda e la deliziosamente vintage Penzance (in un negozio a tema c’era pure la navicella del Doctor Who), poi Glastombury magica a suo modo e con la sorpresa delle prove di concerto di Brian Ferry, Shepton Mallet e il trenino Thomas (gradito più a noi che a lei che era ancora piccola). Siamo realisti! Nessun posto è scevro da “normalità”, ma sembra che lassù le cose assumano un aspetto diverso, più lento, più tranquillo, più a misura di uomo o almeno di quella che io credo sia la misura d’uomo. Una cucina con la grande porta-finestra sul giardino, un paio di guanti e le cesoie per le rose e due o tre gatti in giro. Potremmo anche fare un calendario per beneficenza con le amiche di sempre, improvvisarci detective e risolvere i misteri del vicinato, mettere su un allevamento di siamesi divertendoci con le loro bravate. O più semplicemente potremmo organizzare un tè pomeridiano, di quelli di una volta, con il servizio in porcellana e i tovagliolini di lino, con i tramezzini e i pasticcini, di quelli che fanno rimpiangere di non essere là, fra le rose. 

La sfida Mtc n. 71 è stata lanciata dalla bravissima Valeria Caracciolo del blog Murzillo Saporito che, da Bath, ha avuto la bellissima idea di spronarci a realizzare un perfetto afternoon tea inglese. Togliamo nel mio caso la parola perfetto e manteniamo la dicitura “afternoon tea”. 

E’ diventata per me l’occasione di usare uno dei tanti servizi da tè lasciati dalla nonna Leda, la mia cara suocera, assieme alle iniziali LC tramandate nella mia famiglia acquisita ormai dal secolo scorso e che mi sono trovata ad ereditare sotto forma di accessori per la tavola.  




Per il mio ospite ho preparato un classico Earl Grey accompagnato, fra l'altro, da:

Pound cake alle noci pecan e limone 

Mini sandwiches (classici e aperti)


MINI SANDWICHES 



EGG SALAD MINI SANDWICHES
Ingredienti:
due uova sode
due cucchiai di maionese
un cucchiaino di erba cipollina
burro
sale e pepe
due fette grandi di pane da tramezzini integrale
Schiacciare le uova sode con una forchetta, mescolare con la maionese, l’erba cipollina ed eventualmente un pizzico di sale e pepe. Spalmare una delle due fette di pane con il burro morbido, disporre l’insalata di uova e ricoprire con l’altra fetta. Avvolgere in pellicola e fare riposare in frigo almeno un’ora. Trascorso questo tempo tagliare a formare piccoli sandwiches e spolverizzarli con paprica dolce.

CHICKEN SALAD MINI SANDWICHES
Ingredienti:
una fetta grande di petto di pollo
due cucchiai di maionese
un cetriolino sottaceto
un cucchiaino di senape
prezzemolo tritato
burro
sale e pepe
due fette grandi di pane da tramezzini integrale
Cuocere il petto di pollo sulla griglia e farlo raffreddare. Tagliarlo a dadolini e mescolarlo con la maionese, la senape, il cetriolino tagliato a piccolissimi dadolini, sale e pepe. Spalmare una delle fette di pane del burro morbido, cospargere di prezzemolo tritato, disporre l’insalata di pollo e coprire con l’altra fetta di pane. Avvolgere in pellicola e fare riposare in frigo un’ora circa. Trascorso questo tempo tagliare a formare piccoli sandwiches e spolverizzare con prezzemolo finemente tritato.

SANDWICHES APERTI alla barbabietola, al tuorlo sodo, al burro di cipolla dolce
Ingredienti:
quattro fette grandi di pancarrè bianco

due cucchiai di barbabietola rossa
due cucchiai di burro pomata
scorza di un piccolo limone grattata
sale

un tuorlo di uovo sodo
un cucchiaio di maionese
due cetriolini sottaceto

una piccola cipolla
un cucchiaio di olio di oliva
un cucchiaino di miele
50 grammi di burro pomata
sale
Coppare le fette di pancarrè in forma rotonda nel numero di quattro per tipologia. Mescolare il burro pomata con la scorza di limone. Salare leggermente la brunoise di barbabietola. Spalmare quattro tartine con il burro al limone e disporre sopra un piccolo strato di barbabietola condita.
Mescolare il tuorlo schiacciato con poco sale e pepe. Spalmare altre quattro tartine con la maionese, ricoprire con le briciole di tuorlo sodo e guarnire con fettine di cetriolino sottaceto.
Tagliare a fettine sottili la cipolla, farla rosolare in poco olio, regolare di sale e glassare con il miele. Lasciarle raffreddare. Tritarle leggermente e aggiungerle al burro pomata.  Spalmare con questo composto le ultime quattro tartine.
Volendo possiamo gelatinare le tartine.


MY WAY POUND CAKE ALLE NOCI E LIMONE



Ingredienti:
3 uova medie
180 grammi di farina
180 grammi di burro
180 grammi di zucchero
5 grammi di baking
75 grammi di noci
75 grammi di scorza di limone candita
125 grammi di mascarpone
125 grammi di panna
75 grammi di zucchero a velo
Fare fondere il burro e farlo raffreddare. Sbattere le uova e lo zucchero fino a che non diventano belle spumose. Aggiungere la farina con il lievito setacciati incorporando con una marisa. Aggiungere le noci spezzettate e le scorze candite a dadolini. In ultimo aggiungere il burro fuso freddo fino a farlo ben assorbire. Imburrare e infarinare la tortiera (con questa dose si possono fare due torte del diametro di 16 cm) e riempire con l’impasto. Infornare a 150°C e cuocere fino a che lo stuzzicadenti non uscirà asciutto. Fare raffreddare su una gratella. Nel frattempo montare con le fruste la panna con il mascarpone e lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto cremoso ben stabile. Farcire con la crema la torta e spolverizzare con zucchero a velo.





Come si può vedere sono tutte ricette molto semplici, con una discreta propensione per tartine e tramezzini che adoro in maniera spiccata … e con queste piccole preparazioni partecipo all’Afternoon Tea di MTC n. 71. 






Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Mizzeca, hai fatto proprio tutte le categorie. Wow!!
    Grande lavoro e bellissime proposte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi son fatta prendere la mano Cristina rimedierò <3 grazie <3

      Elimina
  3. Io abito ad un'ora da Glastonbury e ne sono perdutamente innamorata, cosí mistica e ultraterrena. In effetti qui le persone sono meno stressate, sembra ancora che il tempo sia un regalo da assoporare piú che qualcosa da tnere stetto per sé. Ma immagino che nelle grandi cittá sia comunque un'altra cosa.
    Bello colorato il tuo Afternoon tea, sei andata sul classico con una bella varietá di sandwiches ed una gustosa pound cake.
    Bello anche il servizio della nonna ;)

    RispondiElimina
  4. Grazie Valeria �� fin troppo classico ma era la prima volta ... un abbraccio

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie di cuore per il tempo che avete dedicato al mio blog.